Come evitare la diarrea quando si viaggia

La diarrea e’ un disturbo della defecazione, caratterizzata da feci liquide ed abbondanti ricorrenti più volte nell’arco di una giornata. Non è da considerarsi una malattia vera e propria ma può essere legata a diversi condizioni cliniche, per esempio a malattie gastrointestinali o intolleranze alimentari. Sebbene molti la considerano con banalità e ne spiegano le cause collegandola a specifiche scelte alimentari, malanni di stagione, stress in realtà può essere anche fatale. Infatti ogni anno causa circa tre milioni di decessi nel mondo. Sebbene tutti possono essere colpiti da diarrea, sono particolarmente a rischio le persone in viaggio all’estero.

Le cause

Di solito la diarrea del viaggiatore viene considerata come una forma di gastrointerite e il più delle volte è associata anche ad altri sintomi come nausea, vomito, mal di testa e febbre. La diarrea del viaggiatore è principalmente associata all’uso di bevande e cibi contaminati. Tale disagio di manifesta soprattutto quando ci si trova in paesi con un tenore igienico-sanitario inferiore a quello del paese di provenienza. La causa può avere nella maggior parte dei casi un’origine batterica, anche se i virus possono avere un ruolo determinante. In entrambi i casi sia in diarrea batterica che virale la durata è di pochi giorni.

I rimedi

Per prevenire i rischi di diarrea del viaggiatore, è consigliabile fare attenzione alla scelta dei cibi e delle bevande durante il viaggio. I seguenti possono essere dei consigli utili per evitare il contatto con batteri e virus il meno possibile:
• bere bevande imbottigliate e non mettere ghiaccio nelle bevande.
• sbucciare sempre la frutta.
• non mangiare cibi crudi o poco cotti siano essi carne o pesce.
• avere sempre l’abitudine di lavarsi le mani prima dei pasti e dopo aver usato i servizi igienici.
• fare attenzione che l’acqua sia potabile prima di lavarsi i denti.

Se malgrado questi accorgimenti, si presentano i sintomi della diarrea, bisogna allora assicurarsi di bere tanta acqua, se possibile con limone, per reintegrare i liquidi persi e mangiare riso. Si può inoltre far uso di medicinali antidiarroici, i quali aiutano a ridurre le contrazioni dell’intestino durante la digestione, ad assorbire i liquidi persi e a ridurre la secrezione di quest’ultimi.

immagine: Michaela RofeldSimilar Posts:

Tags: , ,